rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022

La giovanee Daria ritira per il padre Navalny premio Sakharov

L'Ue "un miracolo" di cui un giorno spera che Russia farà parte

Milano, 15 dic. (askanews) - Conferenza stampa di David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo e di Leonid Volkov, capo di gabinetto per la campagna elettorale di Alexei Navalny per le elezioni presidenziali del 2018 e soprattutto di Daria Navalnaya, figlia di Alexei Navalny.

"Io sento molta solidarietà da parte di chi sostiene mio papà, nei confronti di me come figlia. Ho ricevuto anche molta solidarietà a scuola, nella mia scuola secondaria, ho avuto un'insegnante che condivideva quello che faceva mio papà".

La giovane Daria, figlia del leader dell'opposizione russa in carcere, Alexei Navalny, ha ricevuto una standing ovation dai legislatori dell'Unione Europea quando ha ricevuto il più importante premio dell'Ue per i diritti umani a nome di suo padre: il premio Sakharov.

Il Parlamento europeo, con un chiaro messaggio al presidente russo Vladimir Putin, in ottobre ha nominato Navalny, 45 anni, vincitore del Premio Sacharov per la libertà di pensiero di quest'anno.

Navalny è sopravvissuto per un pelo a un avvelenamento da agente nervino dell'agosto 2020, di cui il Cremlino è sospettato e che però il Cremlino nega. Ha trascorso mesi a riprendersi in Germania. È stato prontamente arrestato al suo ritorno a Mosca a gennaio e poi imprigionato.

Daria Navalnaya ha mostrato una foto incorniciata di suo padre mentre pronunciava un discorso ai legislatori dell'Unione europea.

Si parla di

Video popolari

La giovanee Daria ritira per il padre Navalny premio Sakharov

Today è in caricamento