Martedì, 22 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La pianista Maria Cefalà: Discovering Bach, il mio Bach italiano

Ma anche un tour nelle carceri e un libro: videoclip esclusiva

Roma, 14 gen. (askanews) - Un progetto discografico su YouTube e sui social media, in attesa che la musica torni a scorrere dal vivo nelle sale da concerto: è "Discovering Bach" della trentenne pianista milanese Maria Cefalà. E' un album e un progetto concertistico ma è stato anche un percorso divulgativo in cinque carceri italiane (San Vittore a Milano, Torre del Gallo a Pavia, Caton Mombello a Brescia, Poggioreale a Napoli, Carcere dei Piccolini a Vigevano). Dall'esperienza nasce anche il volume "Farcitura eccessiva di un tacchino e sue conseguenze": racconto del percorso di Cefalà dal diploma alla laurea in musicologia agli studi bachiani ripresi con la pianista ucraina Anna Kravtchenko. Bach come una filosofia di vita: Invenzioni a due voci BWV 772-786, Concerto Italiano BWV 971, Partita in mi minore BWV 830. In questa clip, Cefalà racconta il "suo" Bach "italiano" e la sua storia complicata, con l'infiammazione al tendine che la portò a smettere di suonare per tre anni.

Si parla di

Video popolari

La pianista Maria Cefalà: Discovering Bach, il mio Bach italiano

Today è in caricamento