Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scuola al via anche a Genova, il racconto degli studenti

Primo giorno, "difficile tenere mascherina tutto il tempo"

 

Roma, 14 set. (askanews) - In Liguria la scuola riprende per tanti ma non per tutti. Se a Genova e nella stragrande maggioranza delle altre città liguri le scuole hanno riaperto i battenti, a parte alcune che hanno dovuto rinviare l'inizio delle lezioni in attesa del completamento dei lavori di adeguamento delle strutture alle misure anti-Covid, a La Spezia, dove negli ultimi giorni c'è stato un vero e proprio boom di contagi, ma anche a Bogliasco, Alassio, Albenga e Bordighera, l'inizio dell'anno scolastico è stato posticipato al 24 settembre, dopo le elezioni regionali.

Qui siamo a Genova; le voci degli studenti al primo giorno di scuola, tra mascherine e distanziamento: "Non è andata così male, è un po' restrittivo... ci sono tante restrizioni, la temperatura te la misurano anche qua non solo a casa. Ma va bene".

"Un po' strano, sempre con le mascherine. Distanziamento in classe poteva essere di più. Eravamo molto vicini e abbiamo dovuto tenere le mascherine sempre. Un giorno a settimana lo faremo comunque on line, il giovedì, perché siamo tanti".

"Primo giorno di scuola è andato abbastanza bene, i professori ci hanno spiegato le cose... Ma come primo giorno è andato bene".

"E' andata bene, il distanziamento non c'era proprio un metro, disinfettante c'era, entrate scaglionate, mascherine chirurgiche".

La regola più difficile da rispettare? "Tenere mascherina tutto il tempo... mi è venuto il mal di testa".

La docente Marinella Di Fazio: "Ho fatto lezione normalmente, ma ho problemi respiratori e stare con la mascherina tutto il tempo è molto, molto faticoso. L'incognita principale è quanto i non più giovanissimi potranno farcela".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento