rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022

La Svizzera chiama l'esercito per accelerare le vaccinazioni

Negli hub vaccinali e dalla settimana prossima anche in ospedale

Roma, 14 dic. (askanews) - Per la terza volta dall'inizio della pandemia di Covid-19, l'esercito viene mobilitato in Svizzera, questa volta per accelerare la campagna vaccinale nel paese alpino, attualmente indietro con le somministrazioni dei sieri in confronto ai vicini europei.

"È importante che l'esercito sia venuto ad aiutarci oggi perché il cantone di Jura si trova in una situazione delicata e difficile - spiega a France Presse Nathalie Barthoulot, a capo del governo nel cantone di Jura - non abbiamo più risorse sufficienti per poter inoculare abbastanza vaccini nella popolazione dello Jura e oggi possiamo constatare che con il sostegno dell'esercito riusciamo a dare un forte colpo d'avanzamento al programma vaccinale".

"La settimana prossima - aggiunge - avremo anche un aiuto in più dell'esercito a livello di ospedale nel cantone di Jura perché anche là c'è un esaurimento sul lato del personale di cura, abbiamo delle grandi difficoltà, una fatica che si è creata perché in fin dei conti, abbiamo l'impressione che da venti mesi, non ci siamo mai fermati e questo, l'esercito ci permetterà di far fronte a questo carico e di sollevare un po' le equipe mediche".

I militari vengono utilizzati anche nella preparazione delle dosi sotto il controllo di un medico o di un infermiere capo.

Si parla di

Video popolari

La Svizzera chiama l'esercito per accelerare le vaccinazioni

Today è in caricamento