rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022

La traccia fantasma di Sharon Lockhart al Guggenheim Bilbao

La danza, lo spazio museale e una mostra già conclusa

Bilbao, 16 mar. (askanews) - La sala è silenziosa e il corpo della ballerina si muove sullo schermo, accanto alla geometria dei solidi. Non c'è nessun elemento di decorazione, solo uno spoglio e magnetico dispositivo visuale che porta lo spettatore alla radice dell'atto di danzare. Forse è strano parlare di una mostra una volta che questa si è conclusa, ma in questo caso - l'esposizione che il Museo Guggenheim Bilbao ha dedicato all'artista americana Sharon Lockhart fino alla fine di febbraio intitolata Rotation Notation - è ancora più interessante lasciare che ha imprimersi sulla nostra retina mentale sia la traccia fantasma del lavoro, la sua eco più sottile, e naturalmente più profonda.

Il tema del video sono le capacità del corpo, il suo alfabeto più esteso, ma anche la potenza della danza come oggetto e soggetto della ricerca contemporanea, la sua pervasività, che in questo caso dialoga con le immagini in movimento, altro terreno di straordinaria prolificità per l'arte di oggi. E l'esito è, ancora una volta, la prova della vitalità e dell'irrinunciabilità, anche nello spazio fisico e culturale di un grande museo internazionale, di opere che ne sfidino la stessa struttura, dilatando le dimensioni e chiamando a una fruizione necessariamente diversa. Seguendo il passo della ballerina e, in questo caso, lo sguardo di Sharon Lockhart.

Si parla di

Video popolari

La traccia fantasma di Sharon Lockhart al Guggenheim Bilbao

Today è in caricamento