Martedì, 22 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le imprese italiane e russe in Europa "come Maneskin e Manizha"

Parola del presidente industriali russi al Forum di Pietroburgo

Milano, 4 giu. (askanews) - Le imprese italiane e russe in Europa come i Maneskin e Manizha all'Eurovision: il bizzarro confronto è del compitissimo Aleksandr Shokhin, il presidente dell'Unione Industriali e Imprenditori russi, che al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (Spief) ha fatto notare come il gruppo italiano e la cantante russa di origini tagike (entrambi portatori di valori a modo loro dirompenti) siano stati tra i pochi a presentare una canzone nella loro madrelingua all'Eurovision Song Contest 2021.

Spunto per auspicare - dice Shokin - che "Russia e Italia facciano sentire le loro voci sempre di più in Europa", in tempi di pandemia e di rapporti economici e commerciali complicati dalle tensioni e sanzioni internazionali.

Shokhin parlava al panel Italia-Russia organizzato nell'ambito del Forum Economico sulle rive della Neva, 24esima edizione dopo la pausa imposta l'anno scorso dal Covid-19, con il Qatar Paese ospite d'onore e tanti imprenditori a sondare il terreno della ripartenza russa. Compresi i rappresentanti delle principali aziende e gruppi italiani attivi a Mosca, da Intesa Sanpaolo a Maire Tecnomont a Enel, Pirelli, Danieli, ma anche Sace.

Si parla di

Video popolari

Le imprese italiane e russe in Europa "come Maneskin e Manizha"

Today è in caricamento