rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024

Levi (AIE): il libro italiano sta bene, ma soffrono gli editori

Guardiamo alla legge di sistema per il libro

Venezia, 27 gen. (askanews) - "Il libro italiano tiene, il 2021 è stato un anno straordinario e nel 2022 siamo arretrati solo di poco, ma il libro italiano è, come vendite, ancora al di sopra del l'ultimo anno pre pandemico". Lo ha detto Ricardo Franco Levi, presidente dell'Associazione italiana degli editori, commentando i dati diffusi a Venezia sulle vendite dell'editore di varia, assestatesi nel 2022 a 1,671 miliardi di euro, in calo del 2,3% rispetto al 2021, ma comunque con 13 milioni di libri venduti in più rispetto al 2019.

"Però soffrono i conti degli editori - ha aggiunto Levi - perché sono molto aumentati i costi, e questo riguarda in particolare i piccoli editori e i piccoli librai. Guardiamo alla legge di sistema sul libro e contiamo che quello sia il modo e il luogo cover affrontare i problemi di fondo del mondo dell'editoria".

Si parla di

Video popolari

Levi (AIE): il libro italiano sta bene, ma soffrono gli editori

Today è in caricamento