rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

Libano, nella base di Al Mansouri tra i caschi blu italiani

"Ci addestriamo per fronteggiare le crisi sperando nella pace"

Al Mansouri (Libano), 9 mag. (askanews) - Al Mansouri, sud Libano. Siamo nella base Un 1-26 di Unifil, la missione di peacekeeping delle Nazioni Unite tra Libano e Israele. Qui sono presenti i caschi blu italiani, operativi per garantire la sicurezza lungo la Blue Line, la linea di demarcazione tra i due Paesi. Nella base di Al Mansouri (a comando del Reggimento Lagunari "Serenissima") si trovano diversi mezzi militari di terra e anfibi.

"Il mio compito - spiega il Col. Claudio Guaschino, Comandante Italbatt della Base UN 1-26 - è di monitorare la cessazione delle ostilità tra Israele e Libano, di assistere le forze armate libanesi e supportare le autorità locali". "Facciamo addestramento duro ma l'importante è che garantiamo sempre la pace e la sicurezza'", conclude. Il sogno della pace è una ricerca continua che dura da 44 anni.

Si parla di

Video popolari

Libano, nella base di Al Mansouri tra i caschi blu italiani

Today è in caricamento