Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Libia, Di Maio: timori che operazioni Sirte portino a escalation

Dopo l'incontro con al Sarraj a Tripoli: no a soluzioni militari

 

Roma, 24 giu. (askanews) - Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, di ritorno dalla Libia dove ha incontrato il capo del governo di Tripoli Fayez al Sarraj, ha espresso il timore che le operazioni per liberare Sirte portino a una "nuova escalation militare".

"Abbiamo espresso la preoccupazione che le operazioni per liberare Sirte portino a nuovi combattimenti" ha detto Di Maio da Ciampino, scendendo dalla scaletta dell'aereo che lo ha riportato a Roma. "È essenziale evitare - ha continuato - il congelamento del conflitto che porterebbe a una divisione di fatto per noi inaccettabile".

"Siamo convinti che non ci possa essere alcuna soluzione militare alla crisi libica, l'unico percorso credibile verso la pace resta un accordo negoziato inclusivo attraverso una mediazione guidata dalle Nazioni Unite nell'ambito del processo di Berlino" ha aggiunto Di Maio. "Sappiamo che si tratta di un percorso pieno di ostacoli ma è l'unico praticabile".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento