Domenica, 25 Luglio 2021

Lourdes è deserta, pellegrini in netto calo causa coronavirus

Battuta d'arresto per la cittadina ai piedi dei Pirenei

Roma, 5 mar. (askanews) - Una Lourdes stranamente deserta. Con i suoi milioni di pellegrini provenienti da ogni angolo del mondo, la cittadina sede del santuario mariano più famosa sicuramente d'Europa, ai tempi del coronavirus, vive una battuta d'arresto.

Il santuario è vuoto, chiuse le piscine per i bagni, pochissimi pellegrini alla grotta di Bernadette. "Le piscine erano chiuse quando sono arrivata, non mi sorprende - dice questa donna - con quante persone ci sono state e la malattia... il coronavirus intendo".

"Se fossero state aperte sarei entrata - prosegue - non credo che sia rischioso, ma questa è la mia opinione personale".

"Cerco di non entrare troppo in questo tipo di psicosi con i media, che ci stordisce un po' con questo coronavirus - prosegue -. Cerco di non pensarci troppo, perché non abbiamo ancora l'influenza spagnola, spero".

Pascal Martin, direttore e proprietario di Best Western di Lourdes, teme per il crollo economico. "In termini di cancellazione, ci assicureremo... Abbiamo avuto 6/7 cancellazioni ma di 3/4 giorni, ovvero 20/30 notti. Ma questo è solo l'inizio. Credo che vedremo aumentare le cancellazioni".

Si parla di

Video popolari

Lourdes è deserta, pellegrini in netto calo causa coronavirus

Today è in caricamento