rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023

Lula visita i palazzi danneggiati dai sostenitori di Bolsonaro

Con i governatori degli Stati del Brasile dopo la riunione

Brasilia, 10 gen. (askanews) - Il presidente del Brasile Lula ha visitato gli edifici danneggiati del Congresso, del palazzo presidenziale e della Corte Suprema insieme ai governatori del Paese, condannando gli "atti terroristici" e giurando di punire i colpevoli.

"Non lasceremo che la democrazia ci sfugga di mano, perché è l'unica possibilità per noi di garantire che queste umili persone che vivono nelle periferie, dormendo per strada, abbiano il diritto di mangiare tre volte al giorno o di avere il diritto al lavoro" ha detto Lula.

La visita, all'indomani delle proteste che hanno visto migliaia di manifestanti pro Bolsonaro irrompere nei palazzi istituzionali nella capitale Brasilia, si è tenuta dopo l'incontro con i governatori dei 24 Stati del Brasile e il Consiglio dei ministri di emergenza.

Lula ha anche riferito di aver avuto conversazioni telefoniche con l'ex presidente Usa, Bill Clinton, con il premier del Portogallo, Antonio Costa e con il presidente di Cuba, Miguel Dìaz-Canel i quali hanno

manifestato "la loro solidarietà al popolo brasiliano e condannato gli atti golpisti".

Intanto l'ex presidente Bolsonaro, 67 anni, è stato ricoverato in ospedale in Florida, dove è volato prima del passaggio di consegne il 1° gennaio con Lula, a causa di forti dolori addominali. Pur avendo formalmente condannato la rivolta contro i palazzi del potere non ha ammesso la sconfitta nelle combattute elezioni.

Si parla di

Video popolari

Lula visita i palazzi danneggiati dai sostenitori di Bolsonaro

Today è in caricamento