Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Madrid si prepara alla seconda ondata, nuovo ospedale anti-Covid

Vicino all'aeroporto, dovrebbe essere pronto a novembre

 

Roma, 4 set. (askanews) - Vicino all'aeroporto di Madrid si lavora 24 ore su 24 per costruire un nuovo ospedale Covid che dovrebbe essere inaugurato a novembre.

Un'area di 45.000 metri quadrati, che sarà in grado di assistere oltre 1.000 pazienti nel caso di nuova emergenza sanitaria.

Ma l'allerta è alta perché la Spagna è già alle prese con una seconda ondata e contagi in aumento nell'ordine di migliaia al giorno, in particolare nell'area di Madrid.

Qui il governo regionale sta investendo oltre 50 milioni di euro per costruire l'ospedale, che avrà stanze singole, ampi spazi e finestre particolari per monitorare i pazienti a distanza.

Si ispira al progetto dell'ospedale da campo temporaneo allestito nel centro espositivo Ifema di Madrid tra marzo e maggio, realizzato per ridurre al minimo i rischi di contaminazioni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento