rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024

Maggie Gyllenhall sbanca gli Spirit Awards con la Ferrante

"La figlia Oscura" vince 3 premi dedicati al cinema indipendente

Milano, 7 mar. (askanews) - Maggie Gyllenhaal con il suo "La Figlia Oscura", adattato da un romanzo di Elena Ferrante, ha trionfato agli Spirit Awards, i premi del cinema indipendente americano. L'esordio dell'attrice di "Secretary" e "Il cavaliere oscuro" dietro la macchina da presa con un dramma sui tabù e le sfide che circondano l'essere madre ha vinto il premio per il miglior film, insieme ai riconoscimenti per la migliore sceneggiatura e per la migliore regia.

Gli Independent Spirit Awards sono assegnati annualmente dal 1986 a Los Angeles a produzioni a basso e medio budget con un massimo di 22,5 milioni di dollari.

"Il mio film parla una lingua inconsueta: la lingua della mente delle donne", ha detto la Gyllenhaal, dedicando i premi alle "donne nel cinema".

Nella serata di premiazione, due riconoscimenti sono andati a "Passing", il dramma su una afro-americana che si fa passare per bianca nella Harlem degli anni Venti. Altro successo in ottica Oscar per il giapponese "Drive My Car", che si è portato a casa il premio per il miglior film internazionale.

Si parla di

Video popolari

Maggie Gyllenhall sbanca gli Spirit Awards con la Ferrante

Today è in caricamento