rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022

Malanni di stagione e bambini, come capire quando sono più gravi

La pediatra: sono fenomeni naturali e richiedono tempo

Milano, 2 dic. (askanews) - L'inverno porta con sé da sempre malattie stagionali, che in quest'epoca di pandemia possono allarmare ancora di più, soprattutto nel caso dei bambini. Ne abbiamo parlato con la pediatra e omeopata Maria Enrica Quirico, autrice del libro "Rimedi naturali per la mamma e il suo bambino", che ci ha spiegato come sia inevitabile che i piccoli vengano a contatto con diversi virus stagionali. "Questo porta a situazioni di malattie continue - ha spiegato ad askanews - bambini che frequentano il nido o la scuola materna e poi, dopo due giorni, manifestano le prime patologie respiratorie, che possono essere dei banalissimi raffreddori, ma che quasi mai si fermano a questo. Poi subentrano la tosse il catarro, il mal d'orecchie, il mal di pancia E' un processo naturale, la tosse inizialmente è secca, poi diventa catarrosa e dura anche per due settimane. Un primo raffreddore non aspettatevi di vederlo passare prima di 15 giorni".

Il ragionamento della dottoressa parte da un presupposto fondamentale: incappare in queste malattie è naturale, non rappresenta un evento eccezionale, e come tale va affrontato, rispettando il decorso e intervenendo, ovviamente, quando si verificano condizioni particolari e anomale. "Non c'è niente di più pericoloso - ha aggiunto la dottoressa Quirico - del genitore che continua a chiamare il pediatra dicendogli che il suo bambino sta male: viene visitato e il bambino non ha nulla. Secondo me è importante che il pediatra in quel caso spieghi chiaramente cosa deve osservare il genitore per capire se si deve preoccupare oppure no. Quindi che quando ha il raffreddore è importante di notte metterlo in posizione inclinata; oppure che è importante utilizzare qualcosa per liberare il naso, ma che non necessariamente deve essere un farmaco forte come un cortisonico. Perché quello il naso lo stappa immediatamente, il bambino e la famiglia riposano, ma con quali rischi e conseguenze?".

Lo spirito delle cure naturali di cui ragiona il libro è quello di proporre terapie equilibrate, ricorrendo aia farmaci ogni volta che sia effettivamente necessario, ma ricordando che esistono anche altri trattamenti meno invasivi che possono aiutare i bambini a superare una stagione per loro più difficile che per altri.

Si parla di

Video popolari

Malanni di stagione e bambini, come capire quando sono più gravi

Today è in caricamento