Domenica, 14 Luglio 2024

Meloni a Tunisi con il "Team Europe" incassa una prima intesa

Tunisi, 12 giu. (askanews) - Il "Team Europe" torna da Tunisi con un primo risultato, ma il percorso per evitare il default della Tunisia è ancora lungo e resta tutto da sciogliere il "nodo" legato al finanziamento da 1,9 miliardi di dollari del Fondo monetario internazionale, congelato da tempo. Dopo la missione 'preparatoria' di martedì scorso, Giorgia Meloni è tornata nella capitale tunisina, insieme alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e al primo ministro olandese Mark Rutte.

Sul tavolo del presidente Kais Saied nel Palazzo presidenziale di Cartagine hanno messo un pacchetto di proposte in cinque punti per sostenere il Paese nordafricano ed evitare la bancarotta, con tutte le conseguenze che ne deriverebbero, a partire dal flusso di migranti. Al termine è stata siglata una dichiarazione congiunta che, entro la fine di giugno, quando si terrà il Consiglio europeo, dovrebbe essere trasformata in un vero e proprio memorandum d'intesa.

A spiegare i cinque pilastri dell'accordo, la von der Leyen - che ha rilasciato con Meloni e Rutte dichiarazioni, ma senza la presenza della stampa.

"La Commissione europea sta prendendo in considerazione l'assistenza macrofinanziaria non appena sarà trovato l'accordo necessario e siamo pronti a mobilitare fino a 900 milioni di euro, ha detto von der Leyen,

Gli altri pilastri sono l'incremento degli investimenti e degli scambi commerciali, anche in campo energetici, e la gestione dei migranti, punto cruciale per l'Italia.

Si parla di

Video popolari

Today è in caricamento