Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Migranti, Alan Kurdi e Ocean Viking sbarcano in Italia

La prima a Messina, la seconda a Pozzallo dopo giorni in mare

 

Milano, 4 dic. (askanews) - "Alan Kurdi" è il grido liberatorio delle 61 persone rimaste a bordo della nave della Ong Sea eye appena saputo che sarebbero sbarcate a Messina dopo aver passato una settimana in mare. Alcuni di loro nei giorni scorsi erano stati portati a terra per le precarie condizioni di salute e mentali, uno di loro ha tentato il suicidio. Anche per la Ocean Viking, che ha salvato 60 persone, il ministero dell'Interno ha individuato un porto sicuro, in questo caso Pozzallo.

Per tutte le persone salvate la Commissione europea ha attivato la procedura di ricollocazione, secondo quanto riferito dal Viminale. Alcuni Paesi europei, tra cui Germania e Francia, hanno già manifestato la disponibilità ad accogliere quote di migranti, mettendo in pratica il rapporto di collaborazione europea in tema di immigrazione rafforzato dal pre-accordo di Malta.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento