Sabato, 19 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mobilità green, a Bolzano la prima flotta di bus a Idrogeno verde

Combinano batterie ad alta prestazione e celle a combustibile

Bolzano, 13 mag. (askanews) - A Bolzano entra in servizio la prima flotta italiana di 12 Bus elettrici per il trasporto urbano alimentati a Idrogeno verde; un grande passo avanti nel settore della mobilità eco-compatibile.

Questi nuovi bus hanno 2 motori elettrici dalla potenza di 110 kW ciascuno e sono basati su una tecnologia innovativa che combina l'utilizzo di batterie ad alta prestazione e celle a combustibile; non producono alcuna emissione inquinante se non calore e vapore acqueo e hanno 350 chilometri di autonomia.

Dopo i prototipi di prova, quindi, entrano ufficialmente in servizio i 12 mezzi prodotti dalla Solaris per la Sasa, società in-house della Provincia Autonoma di Bolzano, gestore del trasporto pubblico su strada. Obiettivo: ridurre le emissioni della mobilità urbana e, soprattutto, realizzare un corridoio di mobilità eco-sostenibile che colleghi Sud e Nord Europa. I dettagli nelle parole di Daniel Alfreider assessore a Infrastrutture e Mobilità della Provincia di Bolzano e Petra Piffer, direttrice della Sasa.

"Viviamo lungo l'asse del Brennero - ha spiegato Alfreider - uno dei collegamenti principali tra Germania e Italia e vogliamo partecipare a rendere questo corridoio più sostenibile e soprattutto dare la possibilità di investire anche in queste tecnologie come l'Idrogeno".

"La differenza rispetto a un mezzo a batteria - ha aggiunto Piffer - consiste nel fatto che l'elettricità invece di venire dalla spina viene prodotta nella cella a combustibile che dà forza alla batteria del veicolo".

La Provincia Autonoma dell'Alto Adige ha finanziato l'acquisizione della flotta assieme all Unione europea con 10,2 milioni di euro e ha cofinanziato, nell ambito del progetto MEHRLIN, la costruzione di una stazione di rifornimento di idrogeno direttamente presso il deposito autobus di Sasa a Bolzano Sud.

Si parla di

Video popolari

Mobilità green, a Bolzano la prima flotta di bus a Idrogeno verde

Today è in caricamento