Venerdì, 23 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mostra Venezia, il cinema riparte con coraggio puntando su donne

Dal 2 al 12 settembre, quattro film italiani in concorso

Roma, 31 ago. (askanews) - Insieme ad Alberto Barbera ci saranno otto direttori artistici dei principali festival cinematografici europei, da Cannes alla Berlinale, mercoledì 2 settembre nella serata inaugurale della 77esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (2-12 settembre). Dopo mesi di chiusura delle sale, blocco delle produzioni, con una perdita calcolata dell intero settore di circa sette miliardi, il mondo del cinema si ritrova al Lido per il primo festival in presenza dell'era Covid: una sfida che richiedeva coraggio e che richiederà tante misure di sicurezza. Quest anno poche feste, red carpet distanziato, niente fan e autografi, in sala posti prenotati, distanziati e mascherine, tamponi in partenza e all'arrivo, per gli ospiti che arrivano dai Paesi fuori da Schengen.

A guidare quest'edizione storica saranno le donne: da Cate Blanchett presidente di giuria di Venezia 77 a Tilda Swinton, che riceverà il Leone d oro alla carriera, alla madrina Anna Foglietta, alle otto registe presenti nel concorso ufficiale (un record), fra cui le italiane Emma Dante con "Le sorelle Macaluso" e Susanna Nicchiarelli con "Miss Marx".

In gara per il Leone d'Oro ci sono altri due film italiani: "Padrenostro" di Claudio Noce e "Notturno" di Gianfranco Rosi. Sono italiani anche i film di apertura e di chiusura della Mostra: "Lacci" di Daniele Luchetti con Alba Rohrwacher e Luigi Lo Cascio, e "Lasciami andare" di Stefano Mordini con Stefano Accorsi e Valeria Golino.

La presenza femminile sarà trasversale in tutte le sezioni, con registe, attrici da tutto il mondo: grande attesa per Frances McDormand protagonista di "Nomadland" di Chloé Zhao, su una donna di 60 anni che dopo il crollo economico dovuto alla recessione inizia a vivere come una nomade, per Nicole Garcia con "Amants" e Gia Coppola con "Mainstream" che racconteranno i conflitti amorosi, per Elisa Fuksas che in "iSola" racconta la scoperta della malattia durante il lockdown, per Jasmine Trinca che debutta alla regia con il corto "Being my mom" e sarà protagonista del film di Giorgia Farina "Guida romantica ai posti perduti".

Ora non resta che aspettare che Anna Foglietta dia il via a questa edizione coraggiosa della Mostra, con una cerimonia che, per la prima volta, verrà trasmessa in diretta nei cinema italiani, per un abbraccio collettivo del mondo del cinema, dal Lido alle sale.

Si parla di

Video popolari

Mostra Venezia, il cinema riparte con coraggio puntando su donne

Today è in caricamento