Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'Ndrangheta, favorivano la latitanza dei boss: 14 arresti

Operazione dei carabinieri a Reggio C., Teramo e Benevento

 

Milano, 28 lug. (askanews) - Hanno favorito negli anni la latitanza di diversi boss della 'ndrangheta, aituandoli nella fuga, custodendo armi anche da guerra e portando avanti contemporaneamente attività di spaccio. Con queste accuse sono state arrestate dai carabinieri 14 persone fra la provincia di Reggio Calabria, Teramo e Benevento Gli arrestati sono tutti originari della Provincia di Reggio Calabria e avevano stabilito la loro base in una cava di inerti a Gioia Tauro, il cui scopo principale era agevolare la latitanza di pericolosi boss della 'ndrangheta.

Lo spaccio e la detenzione di armi andava comunque a potenziare il "Mandamento Tirrenico", che agisce nella provincia di Reggio Calabria.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento