Lunedì, 1 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuova stretta anti-covid. Caos scuola, rinvio per le superiori

Italia tutta in zona arancione nel prossimo weekend

Roma, 5 gen. (askanews) - Il Consiglio dei ministri ha approvato un nuovo decreto legge con restrizioni anti-Covid 19 che sarà in vigore dal 7 al 15 gennaio.

Permane il divieto di spostarsi tra regioni o province autonome diverse anche nei giorni feriali, tranne che per esigenze di lavoro, situazioni di necessità o motivi di salute. Il 7 e 8 gennaio, quindi, zona gialla "rafforzata" su tutto il territorio, nel weekend del 9 e 10 torna invece la zona arancione, con negozi aperti.

Si attendono i nuovi dati epidemiologici dell'8 gennaio. Per eventuali zone rosse, in ogni caso, fino al 15 gennaio resta valida la possibilità di spostarsi, una sola volta al giorno, in massimo di due persone, minori di 14 anni esclusi, verso una sola abitazione privata della propria regione.

Rivisti anche i criteri per l'individuazione degli scenari di rischio in base ai quali saranno applicate le misure previste per le zone "arancioni" e "rosse", il famoso indice RT.

Per quanto riguarda infine la scuola, dopo un dibattito molto acceso in Cdm, per le superiori la ripresa dell'attività in presenza, al 50 per cento, slitta all'11 gennaio. Per elemenentari e medie la ripartenza resta dal 7. Ma diverse Regioni vanno per conto loro. In Veneto, Fiuli Venezia-Giulia e Marche si tornerà sui banchi dal 31 gennaio.

Si parla di

Video popolari

Nuova stretta anti-covid. Caos scuola, rinvio per le superiori

Today è in caricamento