Lunedì, 12 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre 66mila studenti per il test a Medicina, il primo post-Covid

Per 13mila posti. Solo una domanda sulla pandemia

Roma, 3 set. (askanews) - Oltre 66mila studenti per 13mila posti: uno ogni cinque. Quello per l'accesso a medicina è il primo test nazionale post-Covid, nel rispetto delle misure nazionali previste: autocertificazione del candidato in cui si certifica di non aver avuto contatti con positivi e di non essere sottoposti a quarantena, distanziamento tra i banchi, mascherina per l'intera durata del quiz, sessanta domande in cento minuti.

Le domande più difficili su chimica, atomi, l'autore del Signore degli Anelli e le leggi sui robot. Una sola domanda sul Covid. Ma misure rispettate in totale sicurezza. Qui siamo all'Università La Sapienza di Roma: 3.500 gli studenti iscritti che sono stati distribuiti nelle numerose aule dell'intero Ateneo.

"Misure rispettate, tutto perfetto, ottima organizzazione. Tutto controllato".

Qui invece siamo a Monte Sant'Angelo a Fuorigrotta per l'università Federico II di Napoli: 4508 le domande. Sul distanziamento, il presidente della Commissione, Michele Nicolo, ha spiegato:

"E' stata prevista una suddivisione dei posti tale da poter garantire la distanza; forse l'unico assembramento che si è verificato è avvenuto all'esterno, questa mattina".

Le impressioni degli studenti: "E' stato difficile studiare perché si è persa un po' l'abitudine, i ritmi scolastici sono diversi. Ma se si ha la coscienza apposta di aver dato il massimo...bisogna prenderla un po' come viene".

"Il percorso di studio per questa facoltà è comunque impegno; lockdown o non lockdown si doveva studiare...devi dare tutto te stesso e impegnarsi".

"E' difficile perché oltre alla prova mentale c'era anche quella fisica...ma è la strada che abbiamo scelto e dobbiamo sopportare".

"La preparazione è la stessa, come gli altri anni, ovviamente con le misure dovute a questa pandemia. Sono speranzosa perché ho studiato tanto...speriamo vada tutto bene".

Proteste, fuori dalla Sapienza, contro il numero chiuso.

Si parla di

Video popolari

Oltre 66mila studenti per il test a Medicina, il primo post-Covid

Today è in caricamento