Domenica, 26 Settembre 2021

Open Arms, la nave al largo diventa un magnete per i turisti

Sì a sbarco in Spagna, si lavora a come trasferirli alle Baleari

Lampedusa, 19 ago. (askanews) - Si fa sempre più vicina la possibilità che alla fine, dopo 18 giorni d'attesa davanti a Lampedusa, i 107 migranti a bordo della nave Open Arms possano essere trasferiti alle isole Baleari per sbarcare. I dubbi riguardano i mezzi per il trasferimento.

In mattinata il presidente di Open Arms, Riccardo Gatti aveva definito "incomprensibile" la decisione di portare fino all'arcipelago spagnolo i migranti al cui sbarco a Lampedusa si oppone il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Ora la proposta, con il maestrale che ha iniziato a soffiare con forza, sarebbe valutata positivamente dagli stessi volontari e dal Viminale si attendono le indicazioni che prevederebbero l'impiego di navi militari per trasferire i migranti in Spagna, dove il premier Sanchez ha autorizzato lo sbarco, come accadde l'anno scorso per la nave Aquarius.

E nell'attesa che il dossier si sblocchi, e che domani in Senato si decidano le sorti del governo, a Lampedusa ci sono i turisti che a ogni ora affollano la scogliera di Cala Francese, in linea d'aria a poche centinaia di metri dalla Open Arms.

"Sono a pochissimi metri, non ha senso anche con questo mare che c'è oggi farli rimanere ancora lì, dopo tutti i giorni che sono rimasti in mare. Noi siamo qui in vacanza e mi spiace per la situazione che c'è. Purtroppo il governo non fa abbastanza, mi spiace", ha raccontato questo giovane.

Si parla di

Video popolari

Open Arms, la nave al largo diventa un magnete per i turisti

Today è in caricamento