Martedì, 23 Luglio 2024

Pakistan, ancora scontri davanti alla residenza di Imran Khan

Tra sostenitori ex premier e polizia che ha mandato d'arresto

Milano, 15 mar. (askanews) - Nuovi scontri nella notte tra agenti di polizia e sostenitori dell'ex primo ministro pachistano Imran Khan a Lahore, in Pakistan, dove l'ex premier rimane trincerato nella sua abitazione, sfidando i tentativi di arresto. Khan è stato destituito nell'aprile 2022 da una mozione di sfiducia e da allora ha dovuto affrontare una serie di procedimenti legali.

La polizia si è scontrata con militanti del suo partito, Pakistan Tehreek-e-Insaf (PTI, Pakistan Justice Movement), vicino alla sua residenza a Zaman Park per tutta la notte, sparando gas lacrimogeni e schivando le pietre lanciate dalla folla inferocita.

Imran Khan, 70 anni, è stato citato in tribunale con l'accusa di non aver dichiarato tutti i doni diplomatici ricevuti durante il suo mandato e di aver fatto soldi rivendendone alcuni. Il primo tentativo di arrestare l'ex campione di cricket era fallito perché "riluttante ad arrendersi", ha spiegato la polizia senza fornire ulteriori dettagli.

Si parla di

Video popolari

Today è in caricamento