rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024

Pilota russo corre per Italia e fa saluto nazista sul podio

La Fia indaga, lui si scusa: mi hanno detto che era un saluto

Milano, 11 apr. (askanews) - Bufera su un pilota russo di 15 anni, Artem Severiukhin, che durante il campionato europeo junior di Kart, in Portogallo, dove gareggiava con licenza italiana, mentre era sul podio durante l'Inno di Mameli si è toccato il petto e poi ha alzato il braccio, come in un saluto nazista. La sua squadra, il team svedese Ward Racing, si è dissociata e lo ha licenziato, la Fia ha aperto un'indagine e ora il ragazzo rischia di perdere la licenza italiana.

In un video su Instagram, in lacrime si è scusato. "Non ho mai sostenuto il nazismo uno dei più grandi crimini contro l'umanità", ha detto "dei ragazzi davanti al podio mi hanno mostrato che in alcuni casi in Italia ci si batte il petto per mostrare gratitudine", "credetemi non c'era nessuna intenzione nelle mie azioni, nessun sostegno al nazismo, scusatemi".

Si parla di

Video popolari

Pilota russo corre per Italia e fa saluto nazista sul podio

Today è in caricamento