rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova canzone dei Pink Floyd per l'Ucraina

I Pink Floyd hanno pubblicato una nuova canzone dopo 28 anni

I Pink Floyd hanno pubblicato un nuovo brano dal titolo "Hey Hey Rise Up" in supporto al popolo ucraino. Il ricavato infatti andrà all'Ukraine Humanitarian Relief Fund. Si tratta della prima canzone originale della band dai tempi di "The Division Bell" del 1994. La traccia vede la collaborazione di David Gilmour e Nick Mason con il bassista Guy Pratt, Nitin Sawhney alle tastiere, con una performance vocale di Andriy Khlyvnyuk della band ucraina Boombox.

La traccia, registrata da pochi giorni (30 marzo), utilizza la voce di Andriy estrapolata dal suo post Instagram che lo immortala mentre canta in Sofiyskaya Square a Kiev. Il brano "Oh, The Red Viburnum In The Meadow" è un brano ucraino folk di protesta scritto durante la prima guerra mondiale e che si è diffuso in tutto il mondo durante lo scorso mese in protesa all’invasione dell’Ucraina. Il titolo del brano dei Pink Floyd deriva dall’ultima frase che si traduce con "Hey, Hey, Rise up and rejoice". 

L'artwork della traccia è un dipinto del fiore nazionale dell'Ucraina, il girasole, creato dall'artista cubano Yosan Leon. La cover del singolo è un riferimento diretto alla donna che è stata vista dare semi di girasole ai soldati russi, dicendogli di portarli nelle loro tasche in modo che poi una volta deceduti, i girasoli sarebbero cresciuti.

Video popolari

La nuova canzone dei Pink Floyd per l'Ucraina

Today è in caricamento