Lunedì, 1 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Polemiche dopo lo stop alla riapertuta degli impianti di sci

Regioni sul piede di guerra contro la decisione last minute

Roma, 15 feb. (askanews) - Mancavano poche ore alla riapertura degli impianti sciistici e in tanti avevano già acquistato lo skipass online. Le strutture erano pronte, poi la doccia fredda: non si parte, è troppo rischioso con l'avanzare delle varianti di Covid-19, ha segnalato il Comitato tecnico scientifico. E il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un'ordinanza che sposta tutto al 5 marzo.

Tanta amarezza tra i gestori degli impianti e polemica da parte delle Regioni che si erano preparate al meglio. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha parlato di "danno enorme" per un "settore già massacrato" e ha chiesto ristori subito. Si è detto "allibito" dalla decisione il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, così come Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni. Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha sottolineato che ancora una volta "il sistema delle decisioni di

'settimana in settimana' è devastante sia per gli operatori, sia

per i cittadini".

Sul piede di guerra il leader della Lega Matteo Salvini che ha chiesto di rivedere la composizone del Cts. In molti, comunque, hanno chiesto immediato sostegno al settore: Italia Viva, Fratelli d'Italia, Forza Italia e il Pd che ha parlato di "tempistica discutibile" per la decisione.

Anche L'Associazione Maestri di Sci Italiani ha espresso grande amarezza: un evidente segno di scarsissima attenzione verso 15.000 famiglie che vivono di questa attività e che sono ferme dal 10 marzo del 2020. Come non mai, in questo momento - hanno detto - ci sentiamo umiliati nella nostra dignità di persone e di lavoratori professionali.

Si parla di

Video popolari

Polemiche dopo lo stop alla riapertuta degli impianti di sci

Today è in caricamento