Martedì, 1 Dicembre 2020

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pompei, riemersi i calchi di due antichi cittadini pompeiani

Si tratta quasi sicuramente di un padrone col suo schiavo

Pompei, 21 nov. (askanews) - I corpi di due antichi pompeiani travolti dalla furia dell eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. sono riemersi dalle ceneri grazie alla tecnica dei calchi in gesso. La scoperta è avvenuta durante l attività di scavo a Civita Giuliana, vicino Pompei,

nellarea della grande villa suburbana dove già nel 2017 furono

rinveneuti i resti di tre cavalli bardati.

Nel mese di novembre 2020, nonostante la chiusura del parco archeologico, le indagini di scavo sono proseguite, portando alla luce i resti dei 2 uomini, probabilmente un ricco pompeiano tra i 30 e i 40 anni e il suo giovane schiavo tra i 18 e i 25 anni, colti dalla furia della nube piroclastica mentre fuggivano dall'eruzione. Sorprendenti i dettagli dei calchi, dai panneggi delle tuniche romane addirittura alle vene delle mani.

"Questa scoperta straordinaria - ha dichiarato il ministro per i beni culturali Dario Franceschini - dimostra che Pompei è importante nel mondo non soltanto per il grandissimo numero di turisti ma perché è un luogo incredibile di ricerca, di studio, di formazione. Sono ancora più di venti gli ettari da scavare, un grande lavoro per gli archeologici di oggi e del futuro".

Si parla di

Video popolari

Pompei, riemersi i calchi di due antichi cittadini pompeiani

Today è in caricamento