Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Post antisemiti contro Liliana Segre dopo il vaccino: 2 indagati

Un 75enne residente nel cagliaritano e un 40enne del viterbese

Roma, 3 mar. (askanews) - Individuati e denunciati dalla polizia postale e dalla Digos di Milano i presunti autori dei commenti antisemiti più aggressivi postati sui social accanto alla foto della senatrice a vita Liliana Segre, che si sottoponeva al vaccino contro il Covid-19.

Si tratta di un 75enne residente nel cagliaritano e di un 40enne che vive nel viterbese.

La senatrice, sopravvissuta ad Auschwitz, era stata vaccinata all'ospedale Fatebenefratelli di Milano il 18 febbraio scorso e subito dopo sui social erano stati diffusi insulti tanto violenti contro di lei da indurre la procura di Milano ad aprire un fascicolo per minacce aggravate dalla discriminazione e dall'odio razziale. Messaggi pesanti e carichi d'odio, come "Non sono riusciti neanche i tedeschi ad ammazzarla... e ora ha paura di morire??"...

Perquisiti i sistemi informatici degli indagati. Secondo la polizia sono state "riscontrare le ipotesi investigative e sono stati acquisiti ulteriori elementi probatori sui dispositivi che ora sono al vaglio della polizia postale".

Si parla di

Video popolari

Post antisemiti contro Liliana Segre dopo il vaccino: 2 indagati

Today è in caricamento