Lunedì, 20 Settembre 2021

Processo per Capitol Hill, "sembrava una battaglia medievale"

Testimonianza all'inchiesta del Congresso sui fatti del 6 gennaio

Roma, 27 lug. (askanews) - "È stato come combattere in una battaglia medievale", ha detto un poliziotto, visibilmente provato nel suo racconto di quanto accaduto a Capitol Hill lo scorso 6 gennaio.

"Abbiamo combattuto mano a mano, centimetro per centimetro per impedire l'invasione del Campidoglio da parte di una folla violenta intenzionata a sovvertire il nostro processo democratico" ha spiegato l'agente Aquilino Gonell nella sua testimonianza.

A Washinghton è iniziata l'inchiesta della commissione del Congresso degli Stati Uniti sull'assalto dei sostenitori di Donald Trump al Campidoglio che contestavano la vittoria di Joe Biden alle presidenziali. Il democratico Bennie Thompson, che ha aperto la riunione del comitato ristretto, ha assicurato che "niente sarà off-limit. Faremo ciò che è necessario - ha detto - per capire cosa è successo, perché e come".

"Sappiamo che l'insurrezione del 6 gennaio è stato un attacco violento che ha comportato una feroce aggressione alle forze dell'ordine. Sappiamo che ci sono prove di un attacco coordinato e pianificato. Sappiamo che gli uomini e le donne che hanno preso d'assalto il Campidoglio volevano far deragliare il trasferimento pacifico del potere in questo paese".

La commissione d'inchiesta deve "superare i continui sforzi per coprire" la violenza dell'assalto e le sue cause, ha detto la deputata repubblicana Liz Cheney, isolata nel suo partito a causa delle sue critiche a Trump. "Nessun membro del Congresso dovrebbe cercare di difendere l'imperdonabile ostruzione di questa indagine, che dovrebbe cercare di riscrivere ciò che è successo quel giorno", ha aggiunto, riferendosi agli sforzi di alcuni dei suoi colleghi di sminuire la gravità dell'intrusione nel "tempio" della democrazia americana.

Si parla di

Video popolari

Processo per Capitol Hill, "sembrava una battaglia medievale"

Today è in caricamento