rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Protesta dei peluches contro Meloni al congresso della Cgil

A Rimini parte dei delegati lasceranno l'aula durante intervento

Rimini, 17 mar. (askanews) - Peppa Pig, Paperino, l'orso Teddy e decine di altri pupazzi di peluche ad accogliere la presidente del Consiglio Giorgia Meloni al congresso della Cgil a Rimini. La protesta è pacifica, ma il messaggio è forte: "Meloni, non in nostro nome. Cutro: strage di Stato!". L'hanno organizzata una cinquantina di delegati per lo più della Fiom che hanno scelto di abbandonare la sala del Palacongressi. E hanno chiesto agli altri delegati di fare lo stesso, di prendere un orsetto colorato e di lasciarlo sulla sedia mentre la premier farà il suo intervento previsto per le 12.

"Appena abbiamo saputo che era stata invitata Meloni al nostro congresso ci siamo trovati molto a disagio - ha spiegato Eliana Como, firmataria della mozione Fiom -. Dissentiamo profondamente dalla decisione di invitarla. Però a quel punto l'invito era già stato fatto e avevamo solo due strade per protestare: una quella di decidere di fischiare dentro l'aula, ma avremmo consegnato a lei la possibilità di dire che prima la invitiamo e poi la contestiamo. Quindi abbiamo deciso che saremmo usciti e usciremo dalla sala quando lei interverrà. Ma volevamo in qualche modo lasciare un messaggio del perché siamo contro il suo invito: i peluches rappresentano quello che è successo a Cutro, il cinismo e la disumanità di questo governo. Quindi lasceremo dentro i peluches, inviteremo i delegati a prenderli e a lasciarli sui loro tavoli e cercheremo in questo modo rigoroso, ma anche composto di contestare una scelta che per noi è stata profondamente sbagliata".

Si parla di

Video popolari

Protesta dei peluches contro Meloni al congresso della Cgil

Today è in caricamento