Martedì, 20 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ragazzo accoltellato a Milano: fermato figlio di un capo ultras

La maxi rissa nelle strade della movida

Milano, 8 giu. (askanews) - C'è un fermato per la maxi rissa con accoltellamento avvenuta nella notte tra venerdì e sabato in Corso Garibaldi a Milano tra giovani che si trovavano fuori dai locali. Il ventunenne Alessandro Caravita, con precedenti e figlio del leader storico degli ultras nerazzurri, Franco Caravita, è accusato di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti a offendere. La vittima è ricoverata in gravi condizioni all'ospedale Niguarda per le 5 coletellate ricevute.

Da quanto si apprende da fonti investigativa Alessandro Caravita è stato coinvolto nelle indagini sugli scontri tra ultras prima della partita Inter-Milan del 26 dicembre 2018 che portarono alla morte di Daniele Belardinelli.

Si parla di

Video popolari

Ragazzo accoltellato a Milano: fermato figlio di un capo ultras

Today è in caricamento