Giovedì, 22 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Record di contagi negli Usa. E Trump formalizza l'uscita dall'Oms

L'Organizzazione Mondiale Sanità: la fuga non è quello che serve

Milano, 8 lug. (askanews) - 60.000 nuove infezioni e 1100 morti in 24 ore negli Stati Uniti. Secondo il conteggio della Johns Hopkins University è un livello record dall'inizio della pandemia. Un dato che porta il numero totale di casi rilevati nel paese a quasi 3 milioni.

E mentre viene segnato questo triste primato, gli Stati Uniti hanno formalizzato il proprio ritiro dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), accusata dall'Amministrazione Trump di aver gestito male la pandemia di coronavirus.

La notifica diventerà affettiva dopo un anno, ovvero il 6 luglio del 2021; gli Stati Uniti erano il maggior Paese finanziatore dell'organizzazione.

"Il ritiro degli Usa è spiacevole, la fuga non è quello che serve", ha replicato l'Oms.

"Nel mio primo giorno da presidente torneremo ad aderire all'Oms", ha commentato su Twitter Joe Biden, democratico in corsa per una candidatura alla Casa Bianca.

Si parla di

Video popolari

Record di contagi negli Usa. E Trump formalizza l'uscita dall'Oms

Today è in caricamento