Mercoledì, 3 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Recovery Fund e Brexit tra i nodi al tavolo del Consiglio Ue

Da domani a Bruxelles il confronto anche su Covid, clima e Africa

Milano, 14 ott. (askanews) - Recovery Fund, Brexit, emergenza Covid, clima e Africa. Sarà un consiglio europeo cruciale quello in programma giovedì 15 e venerdì 16 ottobre a Bruxelles.

I leader UE dovranno provare a sciogliere il nodo Recovery Fund dopo il muro contro muro tra Parlamento europeo e Consiglio sul delicato negoziato per il bilancio e il piano Next GeneratioN.

Si rischia che il fondo non sia operativo a partire da gennaio, con grande allarme da parte dei paesi che ne hanno maggiore bisogno, come l Italia.

Il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha comunicato alla Camera la linea che sarà seguita al Consiglio Ue assicurando "un ampio coinvolgimento del Parlamento" sul piano per l'uso delle risorse del Recovery plan: "Intendiamo prevedere un assetto normativo ad hoc per la governance e l'attuazione e il monitoraggio del piano, progetto che sarà sottoposto all'esame del parlamento. Valuterò le proposte volte ad assicurare un pieno coinvolgimento durante l'iter di predisposizione del piano".

La presidenza tedesca si prende il tempo di esaminare la nuova proposta del Parlamento europeo e l'intesa fra i paesi Ue è ancora lontana con l'Olanda che dice no all'aumento del bilancio Ue.

Sul tema Covid sarà fatto il punto sugli sforzi di coordinamento intrapresi a livello Ue, dopo l'adozione della raccomandazione del Consiglio sulla restrizione della libera circolazione.

Brexit è un altro tema caldo: se al Consiglio europeo non sarà raggiunta un'intesa complessiva sui capitoli più urgenti, ovvero commercio, trasporti e migrazione, Gran Bretagna e Ue sarebbero comunque pronte a continuare il confronto a novembre, con l'obiettivo di raggiungere dei mini-accordi. Questo per evitare gli effetti di un "no deal".

Si parla di

Video popolari

Recovery Fund e Brexit tra i nodi al tavolo del Consiglio Ue

Today è in caricamento