Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricciardi: le scuole vanno riaperte, sono stato frainteso

Da Rimini la precisazione: ma servono protocolli rigorosi

 

Rimini, 21 ago. (askanews) - Sì al voto e alla riapertura delle scuole a settembre. Dal meeting di Cl a Rimini, il consulente del governo per l'emergenza coronavirus Walter Ricciardi ha chiarito il suo pensiero il giorno dopo la dichiarazione sul rischio di un rinvio dell'anno scolastico che ha scatenato molte polemiche. Non si riferiva all'Italia, ha detto, "sono stato frainteso".

"Le scuole vanno riaperte e saranno riaperte, per riaprirle in sicurezza dobbiamo evitare all'esterno la circolazione del virus e all'interno fare protocolli molto rigorosi, come Danimarca e Cina, non dobbiamo fare come Francia e Israele che riaprono le scuole senza cautele poi sono costrette a chiuderle a macchia di leopardo".

A meno di 10 giorni dal rientro in classe - ci sarà chi dal 1 settembre inizia i recuperi - il tema è molto sentito e crea più di una tensione fra addetti ai lavori e governo. La ministra Lucia Azzolina ha confermato ancora una volta la riapertura, ma ha accusato i sindacati di scarsa collaborazione, parlando di un sabotaggio in atto da parte di chi non vuole che riapra. La Cisl ha risposto parlando di una polemica vuota e di falsità.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento