Mercoledì, 17 Luglio 2024

Roccella: "utero in affitto" è reato, non va incoraggiato

Non c'è omofobia in Italia ma un bimbo ha diritto a mamma è papà

Roma, 27 gen. (askanews) - "Devo dire che non vedo - forse proprio perché ho vissuto la fortissima omofobia dell'epoca in cui ero radicale - mi sembra che oggi dal punto di vista del senso comune tutto questo sia molto cambiato" così la ministra della famiglia, della natalità e delle pari opportunità Eugenia Roccella (Fratelli d'Italia) alla trasmissione "L'aria che tira" su La7. "Non è un problema di libertà personale, al massimo il mio problema è sul piano prima di tutto dell'utero in affitto, quindi l'uso che si fa del corpo femminile che deve essere inviolabile, e secondo dal punto di vista dei bambini".

"L'utero in affitto in Italia è un reato e penso che debba essere trattato come un reato e quindi non debba in nessun modo essere incoraggiato" aggiunge la ministra.

"Io penso che un bambino abbia diritto ad avere una mamma e un papà" aggiunge la ministra. "Vorrei partire dal miglior interesse del bambino che è di avere due figure diverse, una mamma e un papà".

Si parla di

Video popolari

Today è in caricamento