Domenica, 25 Luglio 2021

"Sono malato terminale": così per 23 volte ha rapinato banche e farmacie | VIDEO

Ventitré rapine ai danni di istituti di credito e farmacie di Roma. Un bottino di 80mila euro collezionato in cinque anni. Questi i numeri che hanno inchiodato un 55enne campano, che diceva di essere "malato terminale" arrestato dagli agenti della Polizia di Stato a seguito di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica del Pool reati contro il patrimonio della Procura.

Le indagini hanno permesso di raccogliere "gravi e concordanti indizi di colpevolezza" per numerose rapine a mano armata ai danni dei titolari di numerose farmacie e istituti di credito di Roma, in un periodo di tempo compreso tra il mese di novembre del 2012 e l'agosto del 2016.

Tutto è iniziato quando gli investigatori del commissariato San Giovanni, lo scorso 11 maggio 2017, avevano sottoposto l'uomo a "fermo di indiziato di delitto", per una rapina aggravata consumata la notte precedente presso l'Autogrill Casilina Esterna di Roma, nonché per la commissione di altre rapine ai danni di istituti di credito e di alcune farmacie tra aprile 2016 e gennaio 2017.

Come scrive RomaToday, l'uomo agiva a volto scoperto, con l'uso di armi da fuoco e con la minaccia ulteriore che essendo malato terminale non avrebbe avuto nulla da perdere.

Continua a leggere su RomaToday
 

Si parla di

Video popolari

"Sono malato terminale": così per 23 volte ha rapinato banche e farmacie | VIDEO

Today è in caricamento