Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Russia, Navalny in coma naturale, medici cautamente ottimisti

In condizioni stabili dopo possibile avvelenamento

 

Milano, 20 ago. (askanews) - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny, ricoverato ad Omsk dopo un possibile avvelenamento, "è in condizioni stabili". Secondo i medici che lo stanno seguendo c'è "un qualche segnale di prognosi positiva, con tutta la cautela e l'accuratezza dovuta". Lo ha dichiarato Anatoli Kalininitchenko, vice direttore del pronto soccorso di Omsk, la città del sud-ovest siberiano dove Navalny è stato portato in ospedale dopo essersi sentito male a bordo di un aereo appena decollato per Mosca, costretto ad un rientro d'emergenza.

Il ministero della Sanità della regione di Omsk ha comunicato che Navalny "si trova in condizioni di coma naturale ed è sottoposto a ventilazione polmonare artificiale".

La prima a parlare di avvelenamento è stata la portavoce di Navalny, Kira Yarmysh con un messaggio su Twitter: Alexey ha subito un avvelenamento da sostanza tossica" "con qualcosa miscelato al suo tè. E' l'unica cosa che ha bevuto da stamattina", aveva scritto comunicando lo stato di salute del leader politico, nemico di Vladimir Putin.

I medici che hanno in cura Navalny invece non si sono sbilanciati e non hanno confermato l'ipotesi di avvelenamento.

Auguri di pronta guarigione dal Cremlino. Il portavoce Dmitry Peskov ha anche dichiarati che quella dell'avvelenamento è al momento soltanto "una ipotesi".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento