rotate-mobile
Sabato, 10 Dicembre 2022

Il mare ribolle di gas: "Forti esplosioni vicino al NordStream"

L'esercito della Danimarca ha diffuso un video in cui si vede una perdita del gasdotto Nord Stream nelle acque internazionali vicino all'isola di Bornholm

Ieri l'Osservatorio sismico svedese aveva registrato due esplosioni nel Mar Baltico vicino ai gasdotti Nord Stream 1 e 2: la prima esplosione è stata registrata ieri lunedì 26 settembre 2022 alle 2.03 e la seconda alle 19.04. Poi la scoperta delle fughe di gas: va detto che sia il Nord Stream 1 sia il 2 non erano attivi al momento della perdita: Gazprom aveva interrotto a tempo indeterminato le forniture attraverso il Nord Stream 1 nell'ambito di una continua disputa con la Germania sulle forniture di gas mentre il Nord Stream 2 non è invece mai entrato in funzione dopo che la Germania ne ha annullato la certificazione. Entrambi i gasdotti erano pieni di gas naturale quando hanno subito un brusco calo di pressione, registrato per la prima volta lunedì. 

Quant'è importante il Nord Stream: cosa è successo al gasdotto

Le forze armate della Danimarca hanno istituito una zona rossa nello spazio di mare interessato dalle fughe di gas che sta interessando i due gasdotti Nord Stream tra Germania e Russia. Sono tre le perdite identificate: due nel gasdotto Nord Stream 1 nella zona a nord-est di Bornholm e una a sud di Dueodde per il Nord Stream 2. 

Le perdite sono state identificate da un caccia F-16 della difesa danese. La fregata Absalon e la nave per il controllo dell'inquinamento Gunnar Thorson sono in viaggio per effettuare il monitoraggio dell'acqua nelle zone di esclusione.

Danni "senza precedenti" al gasdotto: accuse incrociate di sabotaggio

Questo pone la pietra tombale sulle speranze che il flusso di gas dalla Russia verso l'Europa possa riprendere questo inverno.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il mare ribolle di gas: "Forti esplosioni vicino al NordStream"

Today è in caricamento