Martedì, 11 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salute, la resilienza del Ssn di fronte allo Tsunami Covid

Analisi Agenas-MeS Scuola Superiore Sant'Anna

Roma, 9 apr. (askanews) - L'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), in collaborazione con il Laboratorio Management e Sanità (MeS) della Scuola Superiore Sant'Anna, ha prodotto un'analisi preliminare delle prestazioni effettuate dal Ssn, sia in regime ospedaliero sia in ambito di specialistica ambulatoriale, mettendo a confronto i dati dei primi mesi del 2020, in piena emergenza epidemiologica, con quelli dello stesso periodo 2019.

"L'analisi sulla capacità di resilienza del sistema sanitario nazionale nel suo complesso e delle sue componenti regionali durante il primo semestre 2020", mira ad evidenziare quanto le regioni siano state in grado di mantenere l'offerta e l erogazione di quei servizi considerati non procrastinabili, come ad esempio l'oncologia, e per le attività procrastinabili, ricoveri per esempio programmati, i dati relativi alla specialistica ambulatoriale e alla qualità del livello dei servizi. Quello che emerge è che le Regioni e le P.A. hanno reagito, ma ovviamente si evidenzia un crollo delle prestazioni e sarà importante l analisi del secondo semestre per verificare la capacità di recupero nell erogazione. Tra le varie aree, quella oncologica è quella in cui le riduzioni di prestazioni sono state minori, con una grossa variabilità regionale dal 10% al 50%. Per quanto riguarda le prestazioni che sono state comunque erogate, per gli indicatori monitorati, si rileva un livello di qualità tendenzialmente allineato con quello del 2019.

Si tratta di un utile spunto, come ha anche commentato il Presidente di Agenas, il Prof. Enrico Coscioni, per tutti gli Enti del Ssn impegnati nell'erogazione delle prestazioni in attesa dell'analisi completa dei dati 2020. Anche se in fase di piena emergenza epidemiologica occorre infatti strutturarsi per programmare e organizzare il sistema verso la completa ripartenza di tutti i servizi per soddisfare i bisogni di salute dei cittadini, evidenzia in tal senso il Direttore Generale di Agenas Domenico Mantoan.

In ogni caso, come ha voluto ricordare nel corso della presentazione la Prof.ssa Sabina Nuti, rettrice della Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, davanti a uno tsunami imprevedibile quale il Covid-19, i dati del primo semestre dello scorso anno dimostrano che anche realtà duramente colpite dal Covid-19 hanno tendenzialmente garantito ai propri cittadini l'erogazione di servizi essenziali, riducendo drasticamente quelli procrastinabili. E se resilienza è anche capacità di riorganizzare le cure per riequilibrare nel tempo l'offerta, fondamentale sarà il monitoraggio del secondo semestre 2020 e l'azione di potenziamento del Ssn.

Si parla di

Video popolari

Salute, la resilienza del Ssn di fronte allo Tsunami Covid

Today è in caricamento