Lunedì, 19 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvini a Mondragone: "Con Pd e M5S al governo non ci vado"

Fermare clandestini e fuori legge

Roma, 3 lug. (askanews) - Nuova visita, questa volta a sorpresa, di Matteo Salvini a Mondragone, in provincia di Caserta, dove il 30 giugno era stato duramente contestato al punto di dover rinunciare a svolgere il comizio previsto.

"Quelli dei centri sociali di solito bevono e fumano fino a tardi. Di prima mattina troviamo i cittadini e i lavoratori normali. Mi ero preso l'impegno di tornare, perché l'indegno casino dei teppisti dei centri sociali non mi aveva permesso di parlare con i cittadini di Mondragone, che non devono essere ricordati per i rom. Ci siamo e ci torneremo fino a che non si ritornerà a parlare di mare, di bellezza, di lavoro e non di criminalità".

Sull'esecutivo, Salvini chiede a gran voce le elezioni a settembre: "Io al governo con il Pd e con i 5 stelle non ci vado e non ci torno. La via maestra è dare la parola al popolo. Anche perché - ha aggiunto - se fosse un governo che fa le cose, anche se non le condividessi potrei dire 'però fanno'. Ma c'è il blocco e la confusione totale su tutto, sulle Autostrade sul Mes, sull'Ilva, su Alitalia, su tutto. Quindi prima si vota meglio è. Anche rispetto alla Regionali, il segretario del Carroccio ha concluso: "In Campania si vota e prima si manda a casa De Luca, meglio è".

E in tema di immigrazione, Salvini avverte: "Non è un problema di immigrati, ce ne sono tanti per bene. È un problema di illegali, clandestini e fuori legge che vanno fermati".

Si parla di

Video popolari

Salvini a Mondragone: "Con Pd e M5S al governo non ci vado"

Today è in caricamento