rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021

Sanremo, Rita Pavone: io sovranista? Manco so cosa vuol dire

"E' molto più divertente essere in gara che fare l'ospite"

Sanremo, 6 feb. (askanews) - Rita Pavone è tornata sul palco dell'Ariston dopo quasi mezzo secolo. Racconta così la sua canzone Niente (Resilienza 74) e la sua visione del Festival. "E' un messaggio molto tranquillo, che riguarda tutti: nella vita prendi cazzotti in faccia e bisogna saper resistere e qualche volta restituirli, senza mai piegarsi. C'è questa metafora del bosco che ti custodisce e ti protegge, ma può diventare un posto che ti può togliere il fiato. Tutti abbiamo avuto una perdita, la resilienza è una grande cosa, vuol dire avere carattere" racconta Rita. "E' una edizione particolare, alcune donne portano testi importanti e delle idee alcune fanno altre cose. Ci sarà un momento in cui la donna dovrà decidere di non perdere la propria femminilità, essere femminista, ma essere profondamente femminile".

Sul motivo della sua presenza in gara ha spiegato: "E' molto più divertente essere in gara che fare l'ospite, è una botta di adrenalina fare qualcosa che la gente non ha sentito. Tra poco ho 75 anni ma me ne sento dentro trenata, l'età è un fatto anagrafico per i documenti". Sulle polemiche ha detto: "Non dovrebbe esserci politica nella musica, soprattutto nell'arte. Io non sono sovranista non so neanche cosa vuol dire la parola sovranista".

Si parla di

Video popolari

Sanremo, Rita Pavone: io sovranista? Manco so cosa vuol dire

Today è in caricamento