Martedì, 11 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scendono casi e decessi, ma terapie intensive piene in 12 regioni

Il report Gimbe: numeri assoluti ancora alti, virus circola

Milano, 22 apr. (askanews) - Meno positivi e morti, ma terapie

intensive ancora in allarme e l'incognita delle conseguenze delle

riaperture a pesare sul futuro. Il report settimanale

indipendente sulla pandemia in Italia stilato da Gimbe fotografa

una situazione in miglioramento, ma ancora a rischio.

I nuovi casi sono diminuiti del 7,8%: si parla comunque di oltre

90mila casi in una settimana, a conferma di quanto la

circolazione del virus sia ancora sostenuta; i morti per Covid-19

sono stati 2.545 in 7 giorni, con un calo del 17,5%.

Diminuisce la pressione sugli ospedali, ma anche in questo caso i

numeri assoluti restano alti con 3.151 posti letto occupati in

terapia intensiva e con 12 Regioni in cui la soglia di

saturazione supera il 30%.

Accelera la campagna vaccinale: nelle ultime 3 settimane il

numero di dosi inoculate è aumentato del 35,5%. La media mobile a

7 giorni delle somministrazioni rimane però a quota 315.506 al

giorno: oltre 180 mila in meno delle 500 mila previste dal Piano

del governo per metà aprile.

Si parla di

Video popolari

Scendono casi e decessi, ma terapie intensive piene in 12 regioni

Today è in caricamento