rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022

Scuola, Floridia: no anticipo vacanze. In quarantena 2% scolari

"Nessun problema dalle nuove norme su obbligo vaccinale"

Roma, 15 dic. (askanews) - Nelle scuole è scattato l'obbligo vaccinale per il personale docente e Ata. Askanews ha tracciato un primissimo bilancio con la sottosegretario di Stato all'Istruzione Barbara Floridia.

"Da oggi con le nuove misure per la scuola in fondo cambia poco. Cambia poco perché già tutto il personale scolastico e anche gli operatori che in qualche misura hanno relazioni con la scuola hanno raggiunto livelli di vaccinazione molto alti. Quindi ad oggi non abbiamo avuto fino a questo momento particolari problemi. Anche il sistema informatico per il controllo che come ministero abbiamo realizzato per i dirigenti è stato aggiornato per poter controllare chiunque entri a scuola".

I sindacati lamentano carenze informative dal Ministero, in particolare sui docenti non obbligati a vaccinarsi e sulle mansioni che questi dovrebbero svolgere.

"Intanto precisiamo che si parla di una percentuale davvero irrisoria e tra l'altro già ci stanno arrivando informazioni rispetto alla buona parte di questi che si sono già prenotati per la vaccinazione. In caso contrario c'è una sospensione dal servizio ma parliamo dello 0,4%, 0,5% del personale docente, anche perché in realtà la percentuale non vaccinata riguarda il personale scolastico completo, quindi parliamo anche di personale che non è entra nelle classi, cioè il personale Ata".

In questi giorni, almeno nel Lazio, alcuni presidi hanno chiesto di anticipare le vacanze natalizie e per tentare di arginare i contagi. Secondo lei è una preoccupazione infondata?

"Non è prevista alcuna anticipazione delle vacanze. Le lezioni sono fondamentali, ogni giorno a scuola è importante e per i nostri studenti e per le nostre studentesse. Tra l'altro è normale: siamo ancora in stato di emergenza quindi bisogna sempre tenere la soglia (di attenzione) molto alta. Ma le do le cifre esatte delle quarantene, perché effettivamente su un campione dell'80% degli studenti soltanto il 2% è in quarantena. Quindi in prospettiva, a livello nazionale, le percentuali sono ancora davvero basse".

Alcune scuole, in vista del Natale, stanno organizzando dei cori di bambini e tra i genitori si sta diffondendo una certa preoccupazione per via del rischio contagio. Lei si sente di poter rassicurare i genitori su questo aspetto?

"Sono certa che nella piena autonomia delle scuole ciascun dirigente scolastico e il collegio dei docenti saprà organizzare momenti di convivialità nell'assoluto e totale rispetto delle norme anti Covid. Quindi dei momenti di socialità sono previsti, stiamo cercando di tornare alla normalità, l'importante è farlo con tutte le attenzioni del caso".

Si parla di

Video popolari

Scuola, Floridia: no anticipo vacanze. In quarantena 2% scolari

Today è in caricamento