Mercoledì, 21 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se l'incompiuto diventa un vero stile: Alterazioni Video a Merano

Una mostra del collettivo artistico curata da Christiane Rekade

Merano, 16 ago. (askanews) - Dalla mappatura del territorio in cerca dell'Incompiuto architettonico tra gli edifici pubblici italiani, si arriva al ragionamento sulla nascita di un vero e proprio stile Incompiuto, trasversale alle pratiche e agli ambiti artistici. Di questo si occupa la mostra di Alterazioni Video allestita negli spazi di Kunst Meran - Merano Arte e curata da Christiane Rekade, che ha sottolineato proprio il movimento obliquo portato avanti dal collettivo artistico.

"Partendo da questo - ha detto la curatrice ad askanews - Alterazioni Video proclama l'Incompiuto come nuovo stile, che però non è solo uno stile che riguarda l'architettura, ma che attraversa vari settori della vita culturale".

In mostra opere scultoree e installazioni video, collage e rivisitazioni del tema dell'Incompiuto in chiave surrealista. Oltre a un video in cui dialogano il filosofo francese dei non-luoghi Marc Augé e il curatore americano Robert Storr.

E a guidarci nel processo di definizione dello stile è Paololuca Barbieri Marchi, uno dei componenti di Alterazioni Video.

"In questo progetto - ci ha spiegato - cerchiamo di delineare lo stile dell'Incompiuto siciliano. Per identificare uno stile c'è bisogno di definire gli stilemi che lo compongono e qui ci troviamo nella stanza dove abbiamo giocato con alcuni degli stilemi dell'Incompiuto, creando delle sculture che sono intorno a noi, e una volta definiti gli stilemi, quello che è necessario fare è condividere lo stile e trovare dei complici in altri campi, che possono essere quello dell'arte, ma anche della moda, l'accademia, l'università e via dicendo, che condividano lo stile che abbiamo delineato o individuato, e che siano in grado di riportarlo nelle proprie pratiche e nei propri campi".

Tra le opere più accattivanti della mostra, dove ci si sarebbe potuti aspettare forse più film, anche un'installazione con un mattone adagiato su una sedia a sdraio. Ne abbiamo parlato con un altro degli artisti, Alberto Caffarelli.

"Una cosa che abbiamo spesso riscontrato nei siti dell'Incompiuto - ci ha raccontato - è proprio l'abbandono degli strumenti, dei materiali e di come questi materiali si sono adagiati nella natura del posto in cui erano".

La mostra meranese "Incompiuto: la nascita di uno stile", che prevede anche momenti di proiezioni pubbliche, è aperta fino al 22 settembre.

Si parla di

Video popolari

Se l'incompiuto diventa un vero stile: Alterazioni Video a Merano

Today è in caricamento