Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicilia nella morsa degli incendi, Musumeci ad Altofonte

Brucia anche la Riserva dello Zingaro, l'origine sarebbe dolosa

 

Roma, 1 set. (askanews) - Resta drammatica la situazione sul fronte incendi in Sicilia. Dopo i roghi che hanno distrutto 900 ettari di vegetazione sulle montagne di Altofonte, alle porte di Palermo, è andata in fumo anche la riserva dello Zingaro, nei comuni di Castellammare del Golfo e San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani. La zona è stata divorata dalle fiamme che hanno colpito la Sicilia occidentale. Già nel 2012 la riserva fu colpita dai roghi. Incendi che sembrerebbero avere origine dolosa con un fronte di fuoco molto esteso.

Intanto il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, si è recato ad Altofonte per un sopralluogo sulla zona colpita dalle fiamme. Il governatore ha incontrato il sindaco Angela De Luca e quello di Piana Degli Albanesi, Rosario Petta, promettendo l'impegno de governo regionale affinché il territorio e i suoi residenti possano uscire al più presto da questo dramma. L'argomento incendi sarà sul tavolo dell'incontro di mercoledì 2 settembre a Roma tra Musumeci e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento