Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spagna: protocolli e tracing per un turismo sicuro

Garana: In gran parte Paese rischio contagio basso

 

Milano, 7 ago. (askanews) - La Spagna ha adottato tutte le misure necessarie per contenere la diffusione del Coronavirus e garantire la sicurezza dei turisti. Questo il messaggio che ha voluto trasmettere Isabel Garana Console Aggiunto e Direttore dell'Ente Spagnolo del Turismo di Milano dopo i nuovi focolai scoppiati in Catalogna e Aragona che rischiano di mettere in ginocchio un settore già messo a dura prova.

"La Spagna è una destinazione sicura, amichevole, perfettamente preparata per ricevere i turisti e garantire la loro sicurezza e quella dei residenti. Come ente spagnolo del turismo vogliamo incoraggiare i turisti italiani a visitare la Spagna".

La questione sicurezza è la priorità del Governo che ha lavorato fianco a fianco con enti locali e operatori del settore per definire linee guida e protocolli. Fra le misure adottate, l'obbligo per chi arriva in nave o in aereo di richiedere online o tramite app un codice QR che racchiude le proprie informazioni sanitarie https://www.spth.gob.es/

"Per quanto riguarda l'offerta turistica è assolutamente preparata ci sono 21 protocolli elaborati dalla Segreteria dello Stato per il turismo che incorporano tutti gli standard internazionali di sicurezza. L'offerta turistica si è impegnata molto per adottare tutte le norme e ridurre al massimo il rischio di contagio. E infatti la maggior parte dei contagi si verifica dove le misure sono più allentate, come in ambito famigliare, con gli amici, sul lavoro e nella vita notturna, non nell'offerta turistica".

Oggi in Spagna si fanno 100 tamponi per ogni mille abitanti e la percentuale di sospetti sottoposti a test diagnostico è di circa il 90%. Centrale anche l'attività di tracing per contenere il diffondersi di nuovi focolai.

"Tutti i nuovi casi si individuano molto presto. Sull'ampia maggioranza delle destinazioni turistiche spagnole il livello di contagio è sotto il livello considerato a basso rischio".

Tutte le informazioni utili sulle misure imposte nella "nuova" normalità sono consultabili sul sito del Ministero del Turismo e sul portale del turismo spagnolo Spain.info.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento