Martedì, 2 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spazio, Aschbacher nuovo Dg Esa: sono onorato, è una grande sfida

In agenda una nuova selezione d'astronauti e le missioni lunari

Parigi, 17 dic. (askanews) - "Sono davvero onorato e lieto per la nomina a nuovo direttore generale dell'Esa, vorrei ringraziare gli Stati membri dell'Agenzia spaziale europea per la fiducia che hanno riposto in me e avermi scelto per guidare l'Esa nei prossimi 4 anni".

Così l'austriaco Josef Aschbacher, già direttore dei programmi di osservazione della Terra dallo Spazio dell'Esa e Capo dello stabilimento Esa-Esrin di Frascati, vicino Roma, nominato nuovo direttore generale dell'Agenzia spaziale europea per i prossimi 4 anni come successore di Jan Woerner, in carica fino al 30 giugno 2021.

Nella sua agenda, una nuova selezione di astronauti europei e le missioni spaziali dei prossimi 10 anni, in particolare per quanto riguarda i programmi "Copernicus" e "Galileo", nonché la stazione cislunare "Lunar Gateway" e le missioni sulla Luna del programma "Artemis".

"È per me anche una grande e nuova sfida - ha continuato - e cercherò di affrontarla al meglio delle mie possibilità con tutte le mie competenze. Assumerò la carica di nuovo direttore generale, sin dal primo giorno di lavoro dopo aver presentato agli Stati membri e al mio staff un documento che, per il momento, ho chiamato 'Agenda Esa 2025' che illustra quali saranno i miei piani e la mia visione per i prossimi anni".

"Voglio anche ringraziare Jan (Woerner, ndr) - ha concluso il nuovo Dg - con il quale ho avuto un importante confronto in questi giorni. Sarà una transizione molto 'soft', non ci saranno due direttori generali. C'è un solo Dg che è Jan Woerner fino al suo ultimo giorno di lavoro ma sono molto felice di prepararmi per il "giorno dopo", per entrare nel pieno delle mie nuove funzioni. Sarà un lavoro duro, c'è molto da fare ma sono molto confidente che possiamo farlo insieme, l'Europa ha molto da offrire".

Si parla di

Video popolari

Spazio, Aschbacher nuovo Dg Esa: sono onorato, è una grande sfida

Today è in caricamento