Mercoledì, 24 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spazio, chi è Josef Aschbacher nuovo direttore generale dell'Esa

Dall'Esrin di Frascati a Parigi, vittoria anche un po' italiana

Milano, 17 dic. (askanews) - Come anticipato da askanews, il Consiglio dell'Esa, l'Agenzia spaziale europea, nella seduta del 17 dicembre 2020 ha nominato Josef Aschbacher nuovo direttore generale per un periodo di 4 anni. Succederà a Jan Woerner, in carica dal 2015, il cui mandato scadrà il 30 giugno 2021.

Da Frascati a Parigi, un risultato che - come lo stesso Aschbacher - parla anche italiano, in quanto il nuovo Dg dell'Esa, dal 2016 ricopriva l'incarico di direttore dei Programmi di Osservazione della Terra e Capo dell'Esa-Esrin il centro spaziale europeo per l'osservazione della Terra che ha sede proprio in Italia, a Frascati, vicino Roma.

Cinquantotto anni, austriaco, Josef Aschbacher è laureato in Scienze Naturali all'Università di Innsbruck dove ha conseguito anche un master e un dottorato, diventando ricercatore presso l'Istituto di meteorologia e geofisica dell'università, dal 1985 al 1989.

È entrato in Esa-Esrin nel 1990, venendo distaccato nel '91 presso l'Asian Institute of Technology di Bangkok, in Thailandia come rappresentante dell'Esa nel sud-est asiatico. Rientrato in Italia, dal 1994 al 2001 ha lavorato presso il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), a Roma, dove ha ricoperto anche l'incarico di Assistente scientifico del direttore dello Space applications institute.

Dal 2001 è tornato in Esa, a Parigi, dapprima come coordinatore del programma "Copernicus" della Comissione europea, il più grande e complesso sistema di monitoraggio della Terra dallo Spazio e poi, dal 2006 come capo dell'intero "Copernicus Space Office".

Nel 2016 è stato nominato direttore dei programmi di osservazione della terra dell'Esa e capo dell'Esrin alla guida della più grande direzione dell'Agenzia spaziale europea, con un bilancio annuale di 1,5 miliardi di euro e 800 dipendenti e appaltatori esterni suddivisi in 4 diversi stabilimenti, a partire da quello di Frascati. È membro onorario dell'Accademia europea delle scienze e delle arti.

Si parla di

Video popolari

Spazio, chi è Josef Aschbacher nuovo direttore generale dell'Esa

Today è in caricamento