Sabato, 27 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Superbonus, Generali Italia sceglie cessione credito d'imposta

"Un contributo alla ripresa sostenibile del Paese"

Milano, 14 set. (askanews) - Il Decreto rilancio ha previsto la possibilità di un Superbonus fiscale del 110% per interventi di efficienza energetica e antisismica e, in questo contesto, Generali Italia ha scelto di giocare un ruolo attivo. Ne abbiamo parlato con Massimo Monacelli, Chief Property & Casuality Officer della compagnia.

"Abbiamo voluto scendere in campo come cessionari del credito - ha spiegato ad askanews - per dare la possibilità ai nostri clienti che vorranno beneficiare di questo provvedimento di avere in Generali il partner capace di acquisire il credito e anche naturalmente, perché è il nostro core business, di offrire tutte quelle protezioni assicurative che possono supportate un'iniziativa di questo tipo".

L'idea che ha guidato la scelta di Generali Italia - che offre il 102% di liquidità ai privati e il 100% alle imprese, oltre a servizi di assistenza - è quella di dare il proprio contributo a una ripresa sostenibile, concetto chiave per il gruppo, insieme a quello di tornare a generare fiducia.

"Il motivo per cui noi scendiamo in campo su questo fronte - ha aggiunto Monacelli - è intanto quello di dare come Generali un contributo alla ripartenza del Paese in un settore chiave come quello dell'edilizia e del real estate, quindi giocare anche istituzionalmente questo ruolo. Riteniamo poi che la cessione del credito sia un modo si essere partner di vita delle famiglie e delle persone che è un senso concreto di come interpretiamo il nostro posizionamento sul mercato. E poi c'è tutto il tema, che è particolarmente rilevante, soprattutto in materia di calamità naturali".

Su quest'ultimo aspetto, per la compagna di assicurazione, in Italia c'è ancora molto da fare per potenziare la protezione e la tutela sul territorio, anche alla luce del valore che l'abitazione ha come investimento per moltissime famiglie.

"Promuovere una copertura assicurativa - ha concluso il manager di Generali Italia - che sia capace di intercettare i bisogni dei nostri clienti su un bene primario come la casa e anche di sensibilizzare il mercato sull'importanza di creare un modo sostenibile di vivere la propria abitazione e il patrimonio immobiliare del Paese, crediamo sia una chiave di volta molto importante".

Si parla di

Video popolari

Superbonus, Generali Italia sceglie cessione credito d'imposta

Today è in caricamento