Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tamponi Covid, le misure a Roma per alleviare i disagi

Percorsi separati per chi si ricovera, potenziamenti ulteriori

 

Roma, 18 ago. (askanews) - "Noi vogliamo cercare di sdoppiare i percorsi per separare le persone che hanno l'esigenza di rientro dai paesi a rischio da quelle che sono le esigenze programmate, da una parte per suddividere il lavoro, e poi per tutelare chi deve fare il tampone per le preospedalizzioni, tutte le persone che devono ricoverarsi, o le partorienti che non possono fare file prolungate". A parlare è Enrico Di Rosa, direttore servizio d'igiene e sanità pubblica della Asl Roma 1, intervistato al drive-in di Santa Maria della Pietà.

"Noi qui possiamo fare al giorno 5-600 tamponi col potenziamento, avendone fatti 400 in condizioni ordinarie", aggiunge. In generale, oltre alla situazione nel nosocomio a nord della capitale, Di Rossa osserva che "considerando che in tutta la regione Lazio ci sono 18 drive-in, con l'ampliamento delle fasce orarie di copertura e l'ampliamento del personale dovrebbero consentire di soddisfare la domanda. Certo se ci saranno afflussi ancora superiori a quelli dei giorni scorsi un po' di fila sarà inevitabile".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento